Controlli dei carabinieri nel palermitano: scattano numerosi arresti e denunce

827

PALERMO. Molteplici gli obiettivi di quest’attività che si è protratta per il weekend appena trascorso, tra cui il contrasto al mercato degli stupefacenti con l’utilizzo di unità cinofile antidroga, verifiche alla circolazione stradale con posti di controllo e l’effettuazione di test per la verifica del tasso alcolemico; infine nelle ore serali e notturne verifiche dei soggetti sottoposti a misure cautelari.

A Palermo i Carabinieri hanno arrestato FURITANO Maurizio, nato a Palermo, classe 1970,  già condannato per il reato di furto aggravato. ACCETTA Claudio, nato a Palermo, classe 1983, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Tratto in arresto CANNARIATO Cristian nato a Palermo, classe 1989, con l’accusa di evasione in quanto sorpreso fuori dall’abitazione di via Luigi Vanviltelli, dove stava scontando gli arresti domiciliari per il reato di contraffazione. L’uomo, fermato in piazza Indipendenza alla guida della vettura Smart ed in stato di ebbrezza,  è stato anche denunciato in stato di libertà. Il giovane sottoposto al rito direttissimo, dopo la convalida dell’arresto, è stato condannato a sei mesi di reclusione e ritorna agli arresti domiciliari.Ttratto in arresto CASELLA Settimo nato a Palermo, classe 1979, con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica. L’uomo aveva allacciato, abusivamente alla rete elettrica pubblica,  l’impianto elettrico della propria abitazione sita in via Paolo Emiliani Giudici, ove stava scontando gli arresti domiciliari per il reato di tentata rapina. Il giovane dopo la convalida dell’arresto, è stato condannato a sei mesi di reclusione ed al pagamento dell’ammenda di 800 euro.

Contestualmente, nelle ultime 48 ore le pattuglie del Nucleo Radiomobile di Palermo, che sono intervenute sia nel centro città che nelle zone periferiche hanno eseguito una serie di controlli;

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLo Zodiaco Alcamo batte per 9 a 7 il San Yoseph di Palermo
Articolo successivoBonventre si congratula con i neo eletti alcamesi