Intervista al candidato all’Ars Francesco Regina

679

ALCAMO – Intervista al candidato all’ars dell’ Mpa, Francesco Regina.

Francesco Regina, candidato alle Elezioni Regionali del 28 ottobre prossimo, nel suo manifesto ci sono tutti e 24 comuni di questa Provincia, cosa significa?

Significa che mi sento di rappresentare non soltanto Alcamo, ma l’intera provincia, perché non bisogna fare del campanilismo e difendere soltanto il proprio comune, infatti il Deputato Regionale deve avere il compito di legiferare e portare un aiuto a tutto il territorio provinciale, isole comprese.

Il valore dell’Autonomia, Lei è un rappresentante del Partito dei Siciliani – MpA, quale deve essere la vera autonomia di questa Regione?

Abbiamo bisogno proprio dell’Autonomia Siciliana non tanto per essere indipendenti, infatti i nostri antenati come Mazzini e Garibaldi hanno fatto tanto per l’unità d’Italia; noi come partito non vogliamo dividere l’Italia come fa la Lega Nord, ma essere autonomi e sfruttare lo Statuto Speciale che abbiamo, perché per alcuni versi siamo stati penalizzati per non averlo applicato.

Le cronache politiche di questi giorni delle altre regioni, ricordiamo il caso Lombardia e il caso Lazio, fanno perdere fiducia da parte dei cittadini, nella politica e nei partiti?

C’è un effettivo allontanamento dalla politica da parte dei cittadini, la gente non può arrivare a fine mese, io però dico che la gente per bene in questa terra è più numerosa di quella che fa parte di questi così detti “comitati d’affari”, e allora se noi lottiamo si può veramente cambiare e tagliare tutti questi privilegi.

Al contrario, non andando al voto, non facciamo altro che favorire questi comitati d’affari e queste cricche organizzate, allora vi invito ad andare al voto esprimendo un voto utile e votando una persona per bene che possa veramente rappresentare questa terra siciliana e questa provincia di Trapani. Costruiamo insieme la Sicilia che Vogliamo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOggi a Castellammare conferenza “Il Rotary con voi”
Articolo successivoSbloccati gli stipendi ai forestali