La prefettura impone l’evacuazione della zona Tre Noci

806

ALCAMO – Evacuata parte della zona Tre Noci di Alcamo a causa di un masso pericolante che, forse per le forti piogge di ieri mattina, ha messo in pericolo l’intera area. Lo sgombero ha visto il coinvolgimento di 17 famiglie per un totale di 62 ersone che hanno potuto scegliere tra il reperimento autonomo di un posto dove dormire e la sistemazione in Hotel: solo 5 famiglie sono state ospitate, a carico del comune, presso l’Hotel Centrale.

Il Coc, Centro Operativo Commissariale, la struttura di supporto e coordinamento operativo istituita e organizzata esclusivamente in piena fase gestionale dell’emeregenza a seguito di eventi catastrofici, ha visto la partecipazione della protezione civile comunale al quale hanno partecipato oltre al vicesindaco, i tecnici comunali, i vigili urbani, i vigili del fuoco del nucleo speciale alpino e fluviale, i carabinieri e la polizia di stato, la protezione civile regionale e il personale di sorveglianza della provincia, l’Asp e la CRI. La prefettura ha seguito le operazioni per tutto il tempo in contatto telefonico.

Il masso può mettere a rischio l’incolumità dei cittadini e pertanto l’intento dei vigili del fuoco del nucleo SAF è quello di metterlo in sicurezza tramite imbracatura con corde di acciaio.

Le operazioni per la messa in sicurezza del terreno proseguiranno domani a partire dalle 6.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOddo incontra gli elettori
Articolo successivoIl Catella come il Meazza, l’ASD Alcamo costretto a vincere
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.