Egitto, sequestro del peschereccio mazarese Artemide

573

Lo scorso 4 Ottobre, al largo delle coste africane, il peschereccio mazarese Artemide, con a bordo sette membri dell’equipaggio, è stato sequestrato dalle autorità egiziane. Secondo il segretario generale della Uil di Trapani, Giovanni Angileri, i nostri pescatori che lavorano nelle acque del Mediterraneo non sono tutelati sufficientemente. Angileri, inoltre, afferma:” Ai pescatori e alle loro famiglie esprimo, insieme al gruppo dirigente del sindacato, la mia vicinanza e l’augurio che l’imbarcazione venga fatta ripartire al più presto dal porto di Alessandra d’Egitto.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIntimidazione al comitato elettorale di Regina a Salemi
Articolo successivoRegina apre la sua campagna elettorale