Proposte per la creazione di un coordinamento per il Monte Bonifato

758

ALCAMO. Ieri in piazza Ciullo, dopo il disastro ambientale che ha colpito Monte Bonifato, un gruppo di alcamesi ha deciso di dare inizio ad un coordinamento per Salvare Monte Bonifato per far si che dell’evento rimanga non solo un ricordo ma anche una coscienza ambientale rinvigorita e più pronta all’azione.

Il presidente di Legambiente Alcamo, Baldo Carollo, scrive “Facciamo nascere un coordinamento per Salvare Monte Bonifato, che produca documenti, denunce, proposte, azioni di volontariato, affinché mai più la nostra montagna sia abbandonata a se stessa, violentata, distrutta, incendiata, sfregiata, dimenticata. Monte Bonifato è l’essenza, l’anima, la fondazione originaria della città di Alcamo, eppure si è permesso a causa della negligenza, dell’incompetenza, della mancanza di pianificazione politica, che fosse quasi annientata.”

A cui aggiunge:”Da ora in poi facciamo in modo che alla bruttezza della distruzione dolosa, alla criminalità, alla incapacità, subentri la bellezza, la partecipazione, la proposta, l’amore disinteressato dei cittadini per la propria storia, la difesa della dignità umana e ambientale. Chiediamo che il Sindaco di Alcamo denunci insieme a noi alla Procura della Repubblica gli ognoti responsabili di tale attentato alla città e alla stessa dignità dei cittadini alcamesi. Non restiamo ancora una volta a guardare: chi ha responsabilità a qualsiasi livello paghi. Si attivino politiche concrete di difesa e valorizzazione del Monte Bonifato.”
(foto di Debora Camarda)
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteWeek end di fuoco in sicilia
Articolo successivoLa situazione del Monte Bonifato (foto)
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.