Gravi condizioni del C.I.E. di Milo

609

TRAPANI – Il Sindacato Polizia Nuova ha inviato una lettera al Presidente della Repubblica, al Presidente del Senato, al Presidente della Camera, al Presidente del Consiglio, al Ministro dell’Interno con lo scopo di denunciare la tragica situazione  del Centro Identificazione ed Espulsione (C.I.E.) di Milo. Tale struttura, nata come Centro di Accoglienza per i Richiedenti Asilo (C.A.R.A.), non ha mai avuto gli standard minimi di sicurezza. Ad impedire le facili fughe i pochissimi uomini dei Reparti Mobili che mettono a repentaglio la loro vita. I migranti vivono in condizioni alimentari e sanitarie disastrose.  In questo modo vengono violati i diritti non solo degli immigrati ma anche dei poliziotti. ” Le colpe ci sono – scrive il Dipartimento Polizia Nuova – come le accuse per le quali abbiamo chiesto che qualcuno risponda di questo riferito stato di cose”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSucameli accompagna gli alcamesi da Musumeci
Articolo successivoOddo denuncia una situazione grave dei trasporti in Provincia di Trapani