Il sindaco di Erice denuncia la Regione

479

ERICE. Il sindaco Giacomo Tranchida dichiara guerra alla Regione Sicilia a causa dei continui disservizi causati al comune di Erice dalle frequenti interruzioni dell’erogazione idrica da parte del dissalatore di Nubia.
Tranchida lamenta i forti disagi subiti dalla popolazione e le spese che l’ente locale ha dovuto sostenere per l’approvvigionamento idrico attraverso le autobotti. A questo si aggiungano  le frequenti fuoriuscite di acqua colorata giallastra, indice dello stato di degrado della rete idrica. Vincenzo Maltese, l’ avvocato a cui Tranchida ha affidato il compito di tutelare gli interessi della popolazione, sta esaminando tutto il carteggio per verificare anche se esistano i presupposti per una sorta di “class action” da parte dei comuni interessati contro la Regione.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Primo Cittadino di Trapani sui social network
Articolo successivo“Liberi di crederci”: si candida il figlio di Raffaele Lombardo