21 anni fa uccidevano Libero Grassi

1779

PALERMO. Sono trascorsi ben 21 anni da quel mattino di Agosto in cui la mano di un uomo pose fine alla vita di un’altro: moriva così per strada Libero Grassi, imprenditore e uomo libero di nome e di fatto. Qualcuno diceva che nel dare il nome ai figli si da anche un destino, mai frase sembra più appropiata.

Grassi ha avuto come unica colpa quella di essere libero dai condizionamenti culturali e mafiosi di una Palermo che in parte si è rinnovata anche per merito suo. Non volle mai pagare il pizzo e fece di tutto per rendere pubblica la sua decisione, non per manie di protagonismo ma per la voglia di tirarsi dietro quanta più gente possibile: purtroppo ci riuscirà solo da morto. A ventuno anni dalla sua morte ancora parliamo di lui come un eroe della porta accanto.

Non avrebbe mai saputo che dal suo sacrificio è nata “Addio Pizzo”, la migliore realtà nata dalle sue lotte.

Grazie al suo impegno Palermo non è diventata d’incanto terra senza mafia ma certo le coscienze si sono svegliate. Oggi a sul luogo del delitto, alle 7,45, ora del vile attentato, è stato ricordato con una manifestazione.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePrima mostra canina a Napola
Articolo successivoElisa Palmeri: “Un omaggio musicale a Rosa Balistreri”