Il sindaco di Valderice si oppone alla chiusura degli uffici postali

415

VALDERICE. Camillo Iovino, sindaco di Valderice ha espresso  il suo disappunto nei confronti di Poste Spa che nella ridefinizione territoriale delle sue dipendenze ha deciso per la chiusura degli uffici di Fico, Chiesanuova e Crocevie. Il dott. La Viola, direttore provinciale delle Poste,  ha spiegato che la pianificazione della chiusura degli uffici periferici di Valderice avverrà entro il 20 settembre per Fico e Chiesanuova e il prossimo 10 di ottobre per Crocevie. Date previste già da tempo dal nuovo piano industriale di Poste Spa.

«Prendo atto delle informazioni forniteci dal dott. La Viola – ha commentato Iovino -. Nell’incontro, seppure cordiale, non ho potuto fare a meno di esprimere la preoccupazione per una decisione che finirà per penalizzare gli utenti delle frazioni e che peserà anche sull’efficienza dell’ufficio postale di Valderice Centro, già attualmente congestionato, che dovrà sopportare un’ulteriore affluenza rischiando di ingolfarsi ulteriormente e i cui locali ormai sono datati e non più idonei alle esigenze della clientela».

Su questo ulteriore punto il dott. La Viola si è dimostrato disponibile per reperire un  nuovo locale per gli uffici di Valderice centro, destinando i vecchi a funzioni di solo recapito. Domani pomeriggio si terrà  un ulteriore incontro tra i cittadini di Crocevie, l’amministrazione comunale e Poste SpA per chiarire al meglio la vicenda.

Diana Vivona

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRichiesti chiarimenti su Airgest
Articolo successivoDisagi per la viabilità in C/da Bosco Falconeria – (foto)