Incontro co Turi Simeti

471

ALCAMO.Nella splendida cornice dell’Annunciata si è svolto ieri sera l’incontro con l’artista alcamese T.Simeti.Ha presentato la serata E.Di Lorenzo presente l’assessore alla cultura E.Palmeri, il maestro naturalmente e B.Carollo e C.Parrino lettori. E’ stato presentato un video documento sull’opera dell’artista che lasciò Alcamo negli ultimi anni 50 per trovare fortuna nella capitale dove il fermento artistico era ampio; in questo contesto ha avuto modo di conoscere vari artisti ed intraprendere una fitta amicizia con Burri(l’autore del cretto di Gibellina)e per mezzo del quale si introduce nel salotto buono degli artisti a Roma. Poi uno dopo l’altro i riconoscimenti e le mostre che fanno di Simeti un artista apprezzato e conosciuto nel mondo. Non trascurabile la sua conoscenza con Attilio Fontana, l’artista dei tagli sulle tele, con cui intesse un rapporto artistico di rilievo partecipando a mostre nel suo atelier.L’opera di Simeti si contraddistinque nel tempo per la fedeltà tematica, ellissi monocromatiche, ora sole ora popolanti le tele, che lo stesso artista definisce comunque in evoluzione.Dopo la proiezione del documentario i due lettori si sono alternati nella lettura di riscontri critici alle mostre. Ha coronato la serata la degustazione di ottimo vino alcamese della cantina Cassarà che nel 2010 ha dedicato un’etichetta all’artista per un bianco e un rosso che portano il suo nome e riproducono in etichetta due quadri del maestro.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAi beni culturali 6000 forestali stagionali
Articolo successivoTurano manda via Pecorella