Passa la mozione di Antonio Fundarò sull’adozione dei cani

1234

ALCAMO – Il consigliere comunale del PD, Antonio Fundarò, ha ottenuto la maggioranza del Consiglio Comunale, sulla mozione che prevede un impegno dell’amministrazione per contenere la spesa di mantenimento dei cani trasferiti  a Rocca di Neto(Crotone). Nella mozione sono inserite alcune politiche animaliste per l’adozione dei cani.

Hanno votato a favore, in un consiglio quasi deserto nonostante fossero solo le ore 21.20, il Partito Democratico, Italia dei valori, Insieme per Alcamo, Area Democratica, Nuova Presenza e Sel. Si sono astenuti Patto per Alcamo e Noi Sud. Non erano presenti in aula, alle ore 21.20, i consiglieri di Abc (Ruisi e Lombardo) e del PdL (Raneri e Castrogiovanni), Antonio Fundarò, nel suo intervento, ha sottolineato come “allo stato attuale il Canile “Mister Dog di Rocca di Neto” all’uopo convenzionato con il  Comune di Alcamo ospita n°  365 cani accalappiati sul territorio comunale negli ultimi anni (di cui 213 cani del signor Milazzo e 152 accalappiai sul territorio) con una spesa giornaliera a cane di circa 2,00 euro, ed annua, sempre a cane, di euro di € 704,00 circa”.

Secondo Antonio Fundarò, “dando per buoni i dati forniti dal signor Gaspare Sciacca la spesa annuale per il Comune di Alcamo è di € 257124 circa. Tale spesa è sostenuta dal comune di Alcamo dal 2006 circa. L’esborso, obbligatorio per legge, che si è dovuto sostenere è di euro 1.542.745,5  circa in questi 6 anni e mezzo“.

E’ un atto di responsabilità – proseguè Fundarò – nei confronti dei tanti poveri, emarginati, bisognosi, che ad oggi, chiedono interventi maggiori a questa amministrazione, a fronte di sempre minori trasferimenti da parte dello Stato agli Enti Locali. La mozione, se attuata responsabilmente dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Sebastiano Bonventre, già da subito determinerebbe un cospicuo risparmio per le casse comunali”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOperazione antidroga ad Alcamo: due arresti
Articolo successivoNicolosi(Idv), interviene sulla questione della sistemazione di c.da Palmeri