Realizzazione di settemila nuovi loculi a Valderice

688

VALDERICE – Su proposta della giunta, presieduta dal sindaco Camillo Iovino, il Consiglio comunale ha approvato la variante urbanistica per l’ampliamento del cimitero comunale in contrada Ragosia.

L’ampliamento sarà pienamente operativo dopo il recepimento dell’atto da parte dell’Assessorato regionale all’ambiente e permetterà la realizzazione di circa 7000 nuovi loculi e 100 cappelle. Nelle previsioni dell’amministrazione l’ampliamento dovrebbe garantire le sepolture per i prossimi venti anni.

Con i lavori di ampliamento verranno realizzati anche una nuova viabilità ed i parcheggi a servizio del cimitero. L’intera opera sarà realizzata in projet-financing senza intaccare le casse comunali.

«Un opera importante che, dopo anni di sterili chiacchiere, vede finalmente un atto concreto – commenta il Vice Sindaco Giuseppe Bica -. Non capisco la presa di posizione del PD, e del suo capogruppo Cicala, che ha tentato fino alla fine di bocciare l’atto. Il fatto che quando il Pd era al governo della città non sia riuscito a proporre un progetto con la stessa efficacia non giustifica questa forma di opposizione sterile, al limite dell’antagonismo puerile».

Per il capogruppo del PDL, Enzo Iovino «È l’ennesimo tentativo di sabotaggio da parte del PD che sventiamo».

«A queste condizioni – continua il capogruppo del PdL – è difficile amministrare. Spero che il partito che proclama di fare una seria opposizione non abbia in realtà voluto fare qualche cortesia ai piccoli proprietari, presenti in consiglio, a cui l’amministrazione sarà costretta ad espropriare parti di terreno per la realizzazione di un’importante opera al servizio della intera comunità valdericina. Sarebbe squallido. Bisogna dire la verità: il progetto parte da lontano, ma il PD in tutti questi anni non è riuscito a realizzarlo ed ora dice che non va bene. Sembra la favola della volpe e l’uva di  Esopo».

«Abbiamo anche completato il nuovo padiglione di 315 posti con i fondi comunali – aggiunge il sindaco, Camillo Iovino -. Tranquillizzo pertanto i cittadini interessati: dai primi di ottobre provvederemo a trasferire le 215 salme dai loculi provvisori a quelli definitivi. Il trasferimento non può essere fatto prima per ragioni igienico sanitarie e climatiche in ossequio ai regolamenti ed alle direttive dell’Azienda Sanitaria Provinciale. Mi auguro che i miei cittadini si rendano conto che in questi anni abbiamo dovuto amministrare contro una inaspettata crisi economica, contro i tagli dello Stato e la Regione e, sopratutto, contro un opposizione che ha cercato di bloccarci su tutte le iniziative utili per la comunità».

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Sindaco Damiano incontra il direttore generale dell’Asp di Trapani
Articolo successivoNata la legge…si trova la soluzione
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.