Il Gal Elimos e i comuni dell’Agro Ericino aderiscono al distretto turistico “antichi mestieri, sapori e tradizioni popolari”

741

VALDERICE – L’Unione dei Comuni dell’Agro Ericino e il GAL Elimos, su proposta avanzata all’assemblea dal sindaco di Valderice, Camillo Iovino, hanno aderito, coma ha già fatto lo stesso comune di di Valderice, al distretto turistico “Antichi mestieri, sapori e tradizioni popolari di Sicilia”, riconosciuto dalla Regione Siciliana con decreto dell’assessore per il Turismo.
Tra gli obiettivi del Consorzio, di cui fanno parte altri 22 comuni siciliani, la promozione del turismo attraverso la valorizzazione di temi e peculiarità delle attività produttive e culinarie della tradizione siciliana.
«Riteniamo – afferma il sindaco Iovino – che la particolarità delle nostre tradizioni culinarie e gastronomiche siano il valore aggiunto da proporre ai turisti per la creazione di percorsi di eccellenza. Di eccellenza come sono del resto i nostri prodotti tipici. Valderice già da tempo ha intrapreso questa strada verso lo sviluppo in maniera autonoma, in primo luogo attraverso la valorizzazione del centro di cultura gastronomica del Molino Excelsior, già ben inserito nei circuiti enogastronomici nazionali; poi attraverso le manifestazioni “Sulla rotta del Tonno Rosso” e “Cous cous day”, e infine attraverso l’istituzione del Registro delle Eredità Immateriali Locali, destinato a raccogliere i valori culturali della nostra civiltà contadina. Ora l’adesione al Consorzio rappresenta un ulteriore passo nella direzione della valorizzazione culturale del territorio in chiave turistica».

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGli studenti di beni culturali sosterranno esami a Trapani
Articolo successivoSospesa la decandenza del 2014 per gli studenti palermitani
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.