Allarme inquinamento acque. Anche il trapanese a rischio.

830

Legambiente lancia l’ allarme inquinamento del mare  siciliano. Il problema si estenderebbe non solo alle foci dei fiumi, ma anche alle zone balneabili e, inaspettatamente, in alcune zone di riserva naturale. La campagna di Legambiente, denominata Goletta Verde, anche quest’anno ha scelto di monitorare  la salutate delle coste siciliane. Il palermitano è in pole position con la borgata Vergine Maria. Nonostante i divieti i bagnanti continuano ad immergersi nelle acque siciliane. Il mare di Trapani risulta essere fortemente inquinato soprattutto in località San Cusumano-Casa Santa Erice. Si è riscontrata, infatti, la  forte presenza di enterococchi intestinali nell’acqua.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteVittime sul lavoro: morto mentre puliva un silos
Articolo successivoMaltempo: arriva Circe