Passaggio al digitale terrestre

617

TRAPANI. Da oggi il cosiddetto switch off per le prime province siciliane, si parte dalle isole: Linosa, Ustica, Pantelleria e Lampedusa per cominciare. Dal 15 Giugno sarà la volta di Messina poi via via le altre province, considerando che la Sicilia è stata divisa per comodità in otto macro zone che agevoleranno il transito dall’analogico al digitale terrestre. Il 19 sarà la volta di Catania poi entro il 20 le province di Enna, Caltanissetta, Siracusa e Ragusa. Per quanto riguarda la provincia di Trapani la prima data è il 21 e il 22 Giugno, mentre Trapani città e parte della provincia di Palermo il 2 Luglio, il resto di Palermo il 4 Luglio. Così, oltre ad essere necessario un decoder per le vecchie TV domestiche, molte emittenti libere spariranno per sempre: altre in maniera accorta si sono “consorziate” così da poter sopravvivere. Le emittenti siciliane ad oggi sono 111, e hanno fatto domanda in modo congiunto, le domande risultano essere 30, ma le frequenze Agcom sono 18. Infatti, con il passaggio alla trasmissione digitale, 53 emittenti televisive locali della nostra isola, molte delle quali storiche, si spegneranno per sempre. Per quanti volessero saperne di più si può le contattare il call center del Ministero al numero verde 800022000 attivo dal Lunedì al Sabato dalle 8 alle 20 oppure collegarsi al sito internet www.decoder.comunicazioni.it.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGoverno regionale, si dimette l’assessore Centorrino.
Articolo successivoNello sport i siciliani e le siciliane spiccano, non solo nel calcio