Il consiglio di Alcamo elegge il suo nuovo Presidente e vicepresidente

850

ALCAMO- Si é svolta stamattina l’elezione del nuovo presidente del Consiglio del Comune di Alcamo. La votazione dei consiglieri ha prodotto come risultato l’elezione di Giuseppe Scibilia, il quale è stato eletto con 21 voti. A concorrere alla poltrona di Presidente del Consiglio anche Vito Lombardo (6 voti), Gina Caldarella (2 voti) e Pasquale Raneri (1 voto).

Il primo intervento del neo-Presidente del Consiglio lo ha visto soddisfatto. Scibilia si sente emozionato e felicissimo di essere stato eletto come Presidente di un consiglio in cui  trova  gli amici più cari. Poi, pone l’attenzione sulla maturità dei componenti del gruppo stesso, dicendo: “un terzo degli eletti è alla prima esperienza da consigliere comunale, ma credo che l’ inesperienza lascerà presto il posto all’ esigenza di lavorare per la cittadinanza”.

Ma già da subito scatta la polemica, sollevata da Ignazio Caldarella, il quale polemizza sul fatto che la vice presidenza non debba andare sempre alla maggioranza per una questione di parità. Appoggiato dagli applausi, Caldarella, sostenuto dal collega Vesco, continua dicendo che, così facendo si creerebbe una continuità con la vecchia amministrazione, la quale aveva già fatto questa scelta.

Le polemiche non si fermano, ma anzi coinvolgono anche il pubblico, di fronte all’elezione del nuovo vicepresidente, anch’esso della maggioranza. Si tratta di Vito Savio D’Angelo, eletto con 22 voti contro gli 8 di Benetto Vesco. Il gruppo di ABC incalza lamentando il fatto che tutto sia nelle mani della maggioranza e che, questa stessa, non abbia reso pubblica l’intenzione di voto.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteApprensione per i pescherecci mazaresi
Articolo successivoGoverno regionale, si dimette l’assessore Centorrino.