Pescherecci mazaresi sequestrati

566

MAZARA. Nella serata del 7 Giugno giunge la notizia di due pescherecci della flotta mazarese sequestrati da motovedette libiche. Non vi è al momento notizia di sparatorie, solo uomini saliti a bordo, che hanno costretto i pescherecci a cambiare rotta, scortandoli verso le coste libiche, pare Bengasi. Il presidente del Distretto produttivo per la pesca (Cosvap) di Mazara del Vallo, Giovanni Tumbiolo, ha già interessato della vicenda il governatore libico Abu Ajar e il viceministro dell’Agricoltura, con delega alla Pesca, Adnan Jibrial. Tumbiolo ha anche informato l’ambasciatore d’Italia a Tripoli, Giuseppe Buccino Grimaldi, non ancora al corrente dei fatti. “Confidiamo – ha detto Tumbiolo – in una veloce e pacifica soluzione di questa crisi. I buoni rapporti istaurati tra la Libia e la Sicilia nel settore della pesca ci dovrebbero in tal senso essere di aiuto”. Giova ricordare che Tumbiolo, negli ultimi anni ha stabilito rapporti di cooperazione con diversi Paesi africani. Si confida dunque in un veloce riscontro positivo per chiudere questa ennesima vicenda che vede coinvolti i pescatori mazaresi.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteComunicato del sindaco di Castelvetrano
Articolo successivoSanità: “Diminuiti del 20% gli infortuni mortali sul lavoro”