Successo della Granfondo Lombardo a Buseto Palizzolo

1044

BUSETO PALIZZOLO – La seconda edizione della Granfondo Lombardo, ex “Città di Erice” ha visto la partecipazione di quasi quattrocento ciclisti ed un grande successo di pubblico.

La corsa, organizzata dall’Asd Team Lombardo Corsa e voluta da Cicli Lombardo Spa, l’azienda leader in Italia nella produzione di biciclette, ha visto gareggiare team arrivati da diverse regioni d’Italia e dall’estero. Accanto alla squadra femminile Michela Fanini, si sono fatti spazio atleti di Toscana, Puglia, Malta e Germania.

Tra gli ospiti d’onore Claudio Chiappucci, uno dei più forti ciclisti al mondo negli anni Novanta che, insieme alla compagna Clementine, ha preso parte alla Mediofondo mantenendo una media di 23 Km/h.

In gara, sempre nella Mediofondo, anche il presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco.

I ciclisti che hanno preso parte alla gara – dichiara Emilio Lombardo, managing director di Cicli Lombardo Spa – hanno dimostrato di apprezzare l’organizzazione dell’evento, la sicurezza garantita e i pacchi gara offerti, al punto da avere già riconfermato la loro presenza per il prossimo anno. Quello a cui puntiamo, è dare un’immagine elevata all’appuntamento e al territorio che lo ospita. La Granfondo, inoltre, rappresenta un ottimo momento di incontro e svago non solo per gli atleti, ma per le tante persone che sono arrivate dalla Sicilia e da fuori. Hanno avuto modo, infatti, di godere delle degustazioni dei dolci tipici della zona, oltre a partecipare al Pasta party e ascoltare musica folcloristica”.

A vincere la Granfondo è stato Alfonso Falzarano  del Team Taggi Maggi Ecomix Saintgoban, mentre ad aggiudicarsi la vittoria nella Mediafondo Galeone Antonio della Asd Autotrasporti Convertini.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteA Marsala buoni benzina in cambio di voti?
Articolo successivoAi funerali di Stato di Rizzotto anche Napolitano
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.