Operai Gesip, nuove proteste

483

Palermo – Protestano i lavoratori della società di servizi del Comune di Palermo, la Gesip. Dovevano incontrare il commissario straordinario del Comune, Luisa Latella, ma l’incontro è saltato. Alcuni operai, allora, esasperati dai continui rinvii e da una situazione che tarda a risolversi, hanno deciso, in accordo con i sindacati, di occupare gli uffici elettorali in segno di protesta. Sono infatti in attesa dello sblocco dei fondi stanziati dalla regione Sicilia e dal governo centrale, 10 Milioni di euro in tutto, che tardano ad arrivare, anche perché manca l’approvazione della ragioneria generale dello Stato.

Dopo aver incontrato il commissario generale, che ha convocato i sindacati in riunione straordinaria, la protesta sembra essere rientrata, anche se è previsto per oggi un sit-in davanti la sede del Comune. Il provvedimento con cui si stanziano i 10 Milioni sembra infatti contenere delle norme non del tutto positive: ridefinendo i compiti dei lavoratori, sottrae all’azienda comunale le competenze su canili, trasporti disabili e cimiteri. “E’ una cosa che ci preoccupa – dice Giancarlo Nocilla, del sindacato autonomo Asia – c’è qualcosa sotto. Forse il progetto di un allarmante ridimensionamento”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCrisi economica: la chiesa incontra i giovani
Articolo successivoPubblicato bando per la manutenzione della viabilità comunale