Arrestato in Romania il secondo presunto autore dell’omicidio di Giuseppe Bongiorno

731

La polizia romena, in collaborazione con la Polizia di Stato di Trapani e Castellammare del Golfo, ha arrestato a Slatina (Romania) Florian Valentin Bocur, 22 anni, domiciliato ad Alcamo, a seguito di un mandato di arresto europeo emesso dal gip di Trapani perché indagato, in concorso con un connazionale minorenne, già arrestato a Reggio Calabria lo scorso Febbraio, dell’omicidio di Giuseppe Bongiorno, 73 anni, ucciso a Castellammare, proprio il 20 febbraio scorso. I due sono anche indagati per rapina aggravata. Infatti dall’abitazione dell’anziano, sono stati rubati diversi oggetti, il telefono cellulare e l’auto.

Il romeno estradato in Italia, ed interrogato dal gip di Roma, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Attualmente si trova recluso nel carcere di Regina Coeli. L’arresto è stato possibile grazie ai tabulati telefonici e alle tracce trovate sulla scena del crimine dalla Polizia Scientifica di Palermo. Gli inquirenti ritengono che Giuseppe Bongiorno ricevesse spesso giovani romeni con i quali avrebbe avuto rapporti sessuali.

Il procuratore capo di Trapani, Marcello Viola, nella conferenza stampa tenutasi ieri in Questura, ha dichiarato: “Al momento non abbiamo elementi per poter confermare o escludere il coinvolgimento di altre persone. Un fatto è certo: l’indagine è tutt’altro che conclusa”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLampedusa e Pantelleria e il diritto di essere italiani
Articolo successivoErrante: donne e giovani da valorizzare
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.