Una speranza concreta per le frane delle statali 47 e 55

417

TRAPANI. Le promesse sembrano avere concretezza con la pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale e all’albo pretorio di Alcamo, dei bandi per la sistemazione delle frane sulle statali 47 e 55, che da Alcamo portano rispettivamente alla stazione di Castellammare e a Calatafimi, interessate da tempo da frane anche di notevoli dimensioni. Gli importi a base d’asta, compresi oneri di sicurezza, ammontano a € 972.493,72 (SP 47) ed € 196.064,34 (SP 55) ed i Pubblici Incanti sono previsti per il 23 aprile e 3 maggio 2012. Ma la notizia più importante è che i lavori sono preceduti da un’indagine geognostica al fine di rilevare e di determinare la corretta modellazione geologica dei versanti per lo studio dei dissesti. In breve, si dovrebbe essere in grado di stabilire i motivi della frana e avviare modalità di intervento mirato, prevenendo ulteriori danni, dato che le due strade sono state più volte interessate da movimenti franosi che hanno compromesso l’uso della strada e la sicurezza degli automobilisti oltre a spese inutili. Già previste, infatti, opere di canalizzazione e scolo e di sostegno. La scelta progettuale interverrà con opere di ingegneria naturalistica, che consentirà di abbreviare i tempi di esecuzione e ridimensionerà l’aggravio economico. I lavori dovrebbero essere consegnati in 70 giorni, il che equivale a dire che arriveranno quasi fino alla prima parte dell’Estate, ma con la speranza che diano la possibilità, a turisti e residenti, di un transito futuro in assoluta sicurezza. Le premesse ci sono.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRipresa dei lavori al porto di Trapani
Articolo successivoLe interviste di Alqamah.it: incontro con Fabrizio Ferrandelli.