“Vini POP”: nuovo packaging per l’ottimo prodotto siciliano

1443

Che il vino siciliano sia una delle eccellenze della nostra terra è un dato certo, ma è ugualmente nota la difficoltà di inseririsi in un mercato che và sempre alla ricerca del particolare, dell’originalità e dell’unicità. Per questo motivo è nato il progetto “Vini POP”, promosso dall’Assessorato regionale delle Risorse Agricole e Alimentari, dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali, in collaborazione con l’Istituto Vini e Oli di Sicilia, che tenta di lanciare una nuova sfida per la commercializzazione del vino siciliano di qualità nella grande distribuzione, attraverso il comodo e accattivante formato brik o bag in box, arricchito da raffigurazioni artistiche e storiche dell’isola rivisitate in chiave pop-art.

“L’idea di fondo – afferma l’assessore delle Risorse Agricole e Alimentari, Elio D’Antrassi – è di proporre un prodotto che si distingua dagli altri presenti nella grande distribuzione, facilmente reperibile nei supermercati, e che mantenga la caratteristica dell’alta qualità siciliana. Si tratta quindi – continua l’assessore – di un primo passo ufficiale in un mercato di massa, che migliora il rapporto tra qualità e prezzo, a favore del consumatore. Ed è un primo esempio di filiera efficiente di eccellenza siciliana”.

Un packaging attraente, quindi, che mira a coniugare vino e cultura. Nella prima fase, il vino sarà commercializzato in Sicilia per poi raggiungere la grande distribuzione nazionale e internazionale. Il prezzo da scaffale per il Brick da 1L è proposto a euro 3,50, mentre per il Bag in Box da 3L a euro 8,70.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Non ti scordar di me”
Articolo successivoIl Consiglio Provinciale discute della questione Airgest
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.