Partinico, confisca di beni per mafia

535

PARTINICO – La Guardia di Finanza di Palermo ha confiscato beni per un valore di 8 milioni di euro. Il destinatario del provvedimento è un imprenditore vitivinicolo di 48 anni di Partinico, arrestato nel 2004 con l’accusa di associazione mafiosa. Secondo le indagini, l’imprenditore avrebbe costruito la sua fortuna durante gli anni Ottanta, grazie alla sua vicinanza con i clan mafiosi di Partinico. La confisca riguarda quattro attività commerciali operanti nel settore vinicolo di Partinico, 15 automezzi, quote societarie e disponibilità bancarie e finanziarie.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteProgramma festa del Crocifisso a Calatafimi-Segesta
Articolo successivoEsponenti del direttivo castelvetranese di Grande Sud si autosospendono