Bersani a Palermo, anche per calmare gli animi agitati delle Primarie

466

Le primarie nel PD per designare il candidato a sindaco sono state caratterizzate, fino ad ora, da attacchi veementi tra candidati, come se fossero i peggior nemici. Questo contesto ha trovato il segretario del PD, Bersani, che nel suo tour per le amministrative, ieri, è approdato a Palermo (tenda del Teatro Zappalà) per sostenere il partito. Bersani è sicuro, un sindaco di centrosinistra sarà chiamato a guidare il comune di Palermo, distrutto dalle destre. Bersani, però, sa che questa vittoria non può arrivare se queste primarie vedranno ancora lotte interne, con candidati che hanno utilizzato toni molto duri nei confronti dei candidati “avversari”.

Naturalmente Bersani ha affrontato anche argomenti nazionali e anche qui ha dovuto utilizzare tutta la dialettica politica della scuola comunista, per giustificare le scelte nazionali che vedono il PD fedele a Monti, il cui governo vuole riformare il mondo del lavoro, riscontrando avversità da parte dei sindacati e di molta parte del popolo di sinistra, che rappresentano la base del PD.

Comunque Bersani è andato via rassicurato, perché ha trovato un ambiente volenteroso di calmare gli animi e un popolo numeroso ed entusiasta.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBresciani si difende e nonostante le critiche non viene sfiduciato
Articolo successivoScuola del marmo a Custonaci
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.