L’Alcamo vince ma perde la sua anima, Vabres (Le Pagelle a cura di Alfa&Omega)

529

Partita insidiosa e difficile per l’Alcamo, il Riviera Marmi non è squadra facile d’affrontare, grintosa e ben organizzata. Per l’Alcamo è la partita del riscatto dalla sconfitta col Ribera, che brucia ancora, e questo è testimoniato dai tifosi dei padroni di casa che decidono di non far sentire, per protesta, la loro voce per tutto il primo tempo.

Fischio d’inizio alle 15.10. Il primo tempo vede le due squadre lottare a centrocampo, per lo più, ma tra le due squadre l’Alcamo cerca di più il vantaggio; infatti, dal 15° in poi è solo Alcamo, anche se gli ospiti si difendono ordinatamente, ma non riescono a ripartire ed a essere pericolosi nei pressi di Durantini. A creare pericoli è solo l’Alcamo con Pirrone e con Papania; quest’ultimo, interviene di testa su un bel cross di Venuti, ma la traversa ferma il grido di gioia da parte del fantasista alcamese. A metterla dentro ci pensa il solito Vabres, che scatta sulla linea del fuorigioco ben lanciato da Lunetto. Il Primo tempo finisce con l’Alcamo in vantaggio e un Riviera Marmi che va negli spogliatoi molto nervoso.

Il secondo tempo continua con l’Alcamo che ha le uniche occasioni da gol, ma i padroni di casa sono poco cinici e non realizzano. Il nervosismo degli ospiti aumenta, anche se ad essere ammoniti sono alcuni giocatori dell’Alcamo. Da segnalare l’uscita di un ottimo Venuti, al suo posto entra il talentuoso Di Miceli, poi Iovino al posto di Gatto, purtroppo c’è da segnalare, al 24° del secondo tempo ,l’infortunio di Vabres, che esce in barella, si parla di rottura di tibia e perone, quindi stagione finita, al suo posto è entrato Norfo. Quest’infortunio ha tenuto tutti con il fiato sospeso, tanto che quando Vabres era a terra i tifosi, e non solo, erano in silenzio, l’atmosfera risultava surreale, si sa Vabres è molto amato dai tifosi e da chi ama il calcio; grandi applausi, dimostrativi di solidarietà, nei confronti di Vabres, che dalla barella ha risposto con il pollice alzato. Dal punto di vista psicologico i giocatori dell’Alcamo hanno sentito la botta, infatti gli ospiti si rendono pericolosi, ma lo scombussolamento dei padroni di casa dura poco, reagiscono e infine vanno a segno con Iovino al 41°. La partita si conclude così, l’Alcamo reagisce alla sconfitta contro il Ribera nel miglior dei modi.

Le Pagelle (a cura di Alfa&Omega)

Riviera Marmi

Dragotto 5,5; D’Amico 5,5; Di Maggio 5; Lamia 5; Cinolauro 5; Tarantino 5,5; Marcenò 5,5; Di Vita 5; Castiglione 5; Settecase5. Subentrati: Cannavò 5,5; Genna 5.

Il Migliore: Marcenò; Il Peggiore: Cinolauro

Alcamo

Durantini 6; Monteleone 6; Scrozzo 6; Lunetto 7; Piccolo 6; Bonino 6; Gatto 5,5; Pirrone 6,5; Vabres 9; Papania 5,5; Venuti 7. Subentrati: Norfo 6,5; Iovino 6.

Il Migliore: Vabres; Il Peggiore: Gatto

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteE le proposte non si fermano al cous cous.
Articolo successivoFranco Milazzo(IDV): “Andremo alle elezioni soltanto con una coalizione di centro-sinistra in senso stretto”
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.