II premio nazionale Emanuela Loi. La sardegna ricorda le stragi di via D’Amelio e Capaci

743

A vent’ anni dalle stragi di via D’Amelio e Capaci il movimento culturale “Sardegna virtuosa” del comune di Sestu assegna per il secondo anno consecutivo il premio Emanuela Loi a varie personalità che con le loro attività professionali ricordano la forza del coraggio dimostrata dall’ agente della scorta di Paolo Borsellino morta nell’attentato. Il programma prevede un corteo che a partire dalle 16.00 si muoverà da via Scipione verso il comitero dove verrà deposta una corona d’allora sulla tomba della Loi alla presenza delle autorità. Segue la marcia della legalità e alle 17:30 il convegno “la forza del coraggio”; tra le varie personalità che parteciperanno al convegno, anche il pittore antimafia Gaetano Porcasi, il “colto cantastorie” che nei suoi quadri ha raccontato la Sicilia nelle sue varie sfumature comprendenti anche gli atroci fatti di sangue di stampo mafioso.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa Polizia di Stato marsalese arresta latitante
Articolo successivo“Ricordare per educare”. All’Università di Palermo lezioni sulla lotta alla mafia