Truffa all’INPDAP a Marsala

503

MARSALA. Da cinque anni continuava a riscuotere la pensione della madre defunta. Nonostante ne siano stati smascherati tanti, i truffatori non demordono, continuando imperterriti negli imbrogli fino a quando non vengono scoperti. La guardia di Finanza, a seguito di azione investigativa fatta anche di dati incrociati tra vari enti, sta cercando di porre un freno a questo malcostume dilagante e, proprio a seguito di uno di questi controlli, emerge il dato di una signora marsalese risultante deceduta, ma per la quale il figlio ancora riscuote la pensione. E dunque dopo accurati accertamenti ed appostamenti si è giunti alla denuncia di un cinquantacinquenne, che non solo truffava l’INPDAP (ora Inps) incassando la pensione della madre, ma si assentava anche dal proprio lavoro senza aver chiesto nessun permesso di uscita fuori orario. L’indebito incasso pare ammonti a circa 45.000 mila euro.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente27 gennaio:giorno della memoria
Articolo successivoMassimo Ferrara (PD): “il governo regionale intervenga sul settore primario”