Sciopero in Sicilia. Il senatore D’Alì chiede l’intervento del Ministro Passera

688

Ieri mattina, 18 Gennaio 2012, il senatore Antonio D’Alì ha chiesto al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Corrado Passera, di riferire in Aula sullo sciopero dell’autotrasporto e dei benzinai in Sicilia. “Da quattro giorni la Sicilia – ha detto D’Alì – è assolutamente bloccata nei suoi trasporti privati, con danni incredibili all’economia siciliana. E non si pensi che questi non si debbano riverberare sull’economia nazionale. Chiedo che domani il Ministro Passera, che viene a riferire sui fatti dell’isola del Giglio, venga a riferirci anche sullo stato dell’agitazione degli autotrasportatori ai quali inopinatamente si è sovrapposto uno sciopero dei benzinai. Le famiglie non possono più uscire di casa, non possono svolgere la loro ordinaria vita sociale. Il Presidente di Confindustria denuncia i gravi ed irreparabili danni che sono nell’economia siciliana”. “Ci domandiamo – ha concluso il senatore – come mai la politica ed il Governo non intervengono in maniera decisa, determinata ed assolutamente drastica per porre fine ad una situazione che può essere risolta sui tavoli della concertazione, sui tavoli degli accordi. In questo Paese ormai l’egoismo corporativo, spesso male interpretato, ha smarrito le ragioni della coesione sociale e dell’interesse pubblico. Questo Governo deve intervenire tempestivamente per porre fine a questa situazione, che è preannunciata almeno fino a venerdì sera, quando ormai l’economia siciliana sarà messa in ginocchio ed ogni rimedio risulterà vanificato. Non si era mai verificato che due scioperi si sovrapponessero con questa intensità di danno per l’intera collettività siciliana.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBando d’arruolamento del Comando Provinciale
Articolo successivoUltime dichiarazioni del PD di Castelvetrano