Operazione “Octopus” a tutela delle risorse ittiche

894

Intensa attività della Capitaneria di Porto e della Guardia Costiera di Trapani a tutela delle risorse ittiche marine, nel mese di Dicembre. L’operazione denominata “OCTOPUS”, eseguita dal personale appartenente alla Capitaneria di Porto di Trapani  che ha proceduto ad effettuare nell’ambito del territorio di giurisdizione  (Trapani – Valderice – Erice – Custonaci – Buseto Palizzolo – San Vito lo Capo – Castellammare del Golfo – Alcamo), una serie di controlli (circa 450) presso i punti di sbarco presenti in ambito portuale, centri di piccola, media e grande distribuzione (supermercati/ipermercati), pescherie ed ambulanti in genere, nonché ristoranti, al fine di verificare il rispetto della normativa vigente in materia di pesca.

Per l’operazione sono stati impiegati anche due mezzi navali, che hanno perlustrato la zona di mare antistante il Circondario Marittimo di Trapani.

Nell’ambito di tali controlli sono state comminate 25 sanzioni  amministrative per un totale di circa 40 mila euro e posti sotto sequestro 200 chili di conserve di pesce poste in vendita oltre il termine minimo di conservazione,  nonché 100 metri di reti illegali. E’ stata riscontrata, inoltre, una fattispecie penale per tentata frode in commercio presso un ristorante che confezionava pietanze con l’utilizzo di prodotti della pesca congelati, senza dare la corretta informazione al consumatore nel menù.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMarsala: 7 denunce nel solo fine settimana
Articolo successivoProtestano i lavoratori del cantiere navale
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.