Russo: centrare nuovi obiettivi

433

PALERMO – L’assessore regionale per la Salute Massimo Russo ha inviato a tutti gli operatori delle aziende sanitarie siciliane un messaggio di gratitudine per il lavoro svolto nell’anno che si e’ appena concluso e di augurio per il nuovo anno “che ci vedra’, tutti insieme, impegnati a centrare nuovi importanti obiettivi”.

Questo il testo integrale della lettera.

“All’alba del nuovo anno desidero esprimere a tutti i componenti del mondo sanitario siciliano i miei piu’ sinceri auguri di buon 2012. Ai miei medici, infermieri, autisti soccorritori, operatori sanitari e amministrativi desidero manifestare i sentimenti di affetto, vicinanza e gratitudine perche’ durante questi complicati anni di profondi cambiamenti organizzativi, hanno saputo assicurare, spesso al prezzo di grandi sacrifici personali, un’adeguata risposta professionale e umana ai bisogni di salute dei nostri pazienti. Ritengo, comunque, di potere affermare che i difficilissimi momenti dell’emergenza e del comprensibile disorientamento che ha contraddistinto la prima fase dell’azione politico – amministrativa di riorganizzazione, sono ormai alle spalle: e’ stato necessario agire incisivamente in profondita’ e con tempestivita’ su un apparato vetusto, disorganico e con molte criticita’ anche sul piano assistenziale.

Con lo sforzo di tutti, la Sicilia ha imboccato un percorso virtuoso dal quale non e’ piu’ possibile tornare indietro e soprattutto ha riconquistato grande credibilita’ nelle sedi istituzionali nazionali. In soli tre anni sono state realizzate tante cose: abbiamo risanato i conti avviando un processo di costruzione di un moderno sistema sanitario nel solco della riforma del 2009, puntando sulla riorganizzazione delle aziende, sulla rimodulazione della rete ospedaliera, sulla costruzione di una rete assistenziale territoriale, sulle tante iniziative che hanno gia’ permesso di migliorare l’assistenza sanitaria e di riqualificare l’intero sistema, come ci viene confermato da tutti gli indici delle performance dei vari settori.

La sanita’ siciliana, soprattutto, ha riscoperto i valori della legalita’, della trasparenza e della responsabilita’, presupposti imprescindibili di una organizzazione che ha il compito di tutelare, per dettato costituzionale, il bene fondamentale della salute. Adesso dobbiamo consolidare il nuovo sistema, migliorando la qualita’ delle attivita’ sanitarie, puntando alla umanizzazione delle cure e alla presa in carico del paziente, requisiti essenziali di un sistema sanitario civile e moderno e condizioni ineludibili per rinsaldare il fondamentale rapporto di fiducia con gli utenti. Serve la dedizione professionale, lo sforzo e la passione di tutti gli operatori sanitari, serve la consapevolezza di sentirsi parte integrante del sistema, serve il governo della buona politica orientata al perseguimento del bene comune, per superare le difficolta’ che in questo particolare momento storico stanno interessando il nostro paese, per guardare con ottimismo e lungimiranza al futuro della sa nita’ siciliana, ad una sanita’ efficiente capace di migliorare la qualita’ della vita delle persone. So bene quanto sia difficile conciliare i doveri imposti dalla professione con i tanti ostacoli che quotidianamente si frappongono a questo cammino.

So bene che, ancora oggi, sono forti le resistenze al cambiamento e che c’e’ ancora molto da fare. Ma so altrettanto bene che insieme ce la possiamo fare. Sara’ indispensabile continuare ad operare con scienza e coscienza, con l’amore proprio di una professione bellissima e difficilissima e con il necessario spirito di collaborazione che e’ condizione irrinunciabile per superare piu’ agevolmente ogni difficolta’. Il rispetto della persona umana e la voglia di alleviare le sofferenze altrui – anche con un sorriso o un gesto di solidarieta’ – devono continuare ad essere la nostra sfida quotidiana”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOggi al via i saldi invernali
Articolo successivoHa trovato la morte nel paese della libertà