La Sicilia e la riforma fiscale: l’imposta sulla prima casa non è applicabile.

438

L’imposta municipale unica (Imu) varata dal governo Monti non è applicabile in Sicilia. Questo perchè la Regione non ha ancora trovato l’accordo con lo Stato riguardo il federalismo fiscale. Ma i tagli ai comuni si applicano. In questo modo ai comuni siciliani verranno a mancare circa duecento milioni di euro all’anno di introiti. Una situazione che il sindaco di Alcamo e presidente dell’Anci (associazione nazionale comuni italiani) Sicilia, Giacomo Scala ha così commentato: “Per gli enti locali i tagli sono stati fissati dalla manovra in 1,4 miliardi di euro, il che significa che per i Comuni siciliani ci saranno minori trasferimenti per 200 milioni di euro ma per coprirle non possiamo applicare l’Imu, visto che a oggi la Regione non ha trovato un accordo con lo Stato e per giunta la commissione paritetica è decaduta con l’addio del governo Berlusconi e deve essere rinominata. […] I nostri bilanci sono già ridotti all’osso, non abbiamo margini di manovra.”

Per tentare di recuperare i minori introiti i comuni potrebbero aumentare le aliquote irpef. Il comune di Palermo potrebbe varare, ad esempio, il raddoppio delle aliquote, dallo 0,4 allo 0,8 %. Lo stesso potrebbe fare il governo regionale, secondo le dichiarazioni dell’assessore all’economia Gaetano Armao, innalzando l’aliquota regionale dall’1,4 all’1,7 %.

Intanto i Sindaci siciliani minacciano di restituire le fasce tricolori in segno di protesta, e il sindaco di Enna, Paolo Garofalo, ha iniziato lo sciopero della fame a oltranza finché non si troverà una soluzione per rendere possibile il rinnovo contrattuale dei 59 lavoratori Lsu impiegati al Comune, che non ha un euro in cassa e rischia di sforare il patto di stabilità.

Una situazione critica, che se non troverà una rapida soluzione rischia di lasciare i Comuni senza le risorse necessarie a garantirne il corretto funzionamento. D’altra parte, non potrebbe essere lo sprone alla ricerca di altre soluzioni per il superamento della crisi?

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteVincenzo D’Angelo ricoverato in ospedale
Articolo successivoCaos in Piazza Bagolino