Sit in di protesta contro l’amministrazione palermitana

455

PALERMO. Si intitola un parco alla memoria dei grandi uomini uccisi dalla mafia, si decide di lasciare così alla memoria dei posteri il nome di chi ha combattuto e dato la vita per una Sicilia migliore. Si spendono 4 milioni di euro e tanto di cappello per i lavori consegnati regolarmente e con i tempi previsti. Poi però si scopre che manca qualcuno che si occupi della vigilanza e della manutenzione dei parchi di Palermo, tutti elementi fondamentali affinchè un parco non cada nel degrado e nel disfacimento.

Il comitato promotore dell’apertura del Parco dedicato alla memoria di Ninni Cassarà, che ha ottenuto l’apertura dello stesso, propone, attraverso un comunicato del portavoce Antony Passalacqua, un sit-it per lo stato di abbandono e degrado del Parco di Acqua dei Corsari. Si riparte con un’ altra raccolta firme, appuntamento davanti i cancelli del Parco, in via Messina Marine, Sabato 17 Dicembre ore 11.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSamuele ce la farà!
Articolo successivoLodato (PDL): “Parcheggio riservato esclusivamente a Sindaco e Senatore”
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.