D’Alì contro l’istituzione del Registro Unioni Civili a Favignana

658

TRAPANI- E’ arrivata subito la risposta del Senatore D’Alì in merito all’ istituzione di un Registro per le coppie di fatto a Favignana,  voluta dal Sindaco Antinoro. Il Senatore commenta così l’iniziativa di Favignana: «Tra le tante amenità che l’inconcludente amministrazione Antinoro ci sta propinando ci mancava solo questa: che la Repubblica indipendente di Favignana istituisse il registro sulle coppie di fatto. Oltre che essere una decisione al di fuori della legge e del diritto di famiglia vigente in Italia – ha commentato il senatore Antonio d’Alì – la vicenda impone a qualche forza politica che si rifà ai valori della famiglia, come previsto in Costituzione, una ulteriore riflessione su questa amministrazione, sempre più improvvida, singolare e fuori dalla realtà». In realtà, sebbene in Sicilia quello di Favignana sia il primo Comune che si adopera per disporre di un “Registro Unioni Civili”, in tantissimi Comuni d’Italia come Perugia, Torino, Firenze, Pisa, Ancona, Viareggio questa risulta essere una realtà consolidata. Nei giorni scorsi, anche il Comune di Palermo e quello di Milano hanno dato il via libera alla creazione del Registro.  Piccoli passi in avanti per il riconoscimento di alcuni diritti, spesso negati, nel nostro paese.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’ordine dei Medici-chirurghi ed odontoiatri di Trapani rielegge il suo direttivo
Articolo successivoIl presidente del Centro Antiviolenza di Alcamo inaugura un altro traguardo raggiunto
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.