Anche i randagi avranno il loro spazio ad Alcamo

580

ALCAMO – Finalmente anche Alcamo avrà uno spazio destinato al ricovero degli animali d’affezione. Lo ha decretato l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, con un provvedimento di destinazione firmato dal direttore Giuseppe Caruso. Si tratta di un fabbricato con annesso terreno, confiscato alla mafia nel 1997 e trasferito al Comune di Alcamo, situati in contrada Tre Noci. I due beni sono stati trasferiti all’ente locale per finalità istituzionali e, in particolare, per essere utilizzati quale autoparco e area attrezzata di protezione civile e per essere affidati ad associazioni di volontariato per la difesa dei randagi, a norma della Legge quadro sul randagismo (L. 281/1991).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCaldarella (PDL) : “Installazione bagni pubblici in piazza della repubblica”
Articolo successivoLa Sicilia rinuncia ai Mondiali di Nuoto
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.