Dopo una serie di fughe, i Carabinieri alla fine lo arrestano

424

BALESTRATE- I Carabinieri  di Monreale hanno tratto in arresto CAPPELLO Vincenzo, pregiudicato palermitano del 1979, il quale era stato condannato per furto aggravato in abitazione. Dopo la sentenza, che stabiliva una pena da scontare consistente in 3 anni e 4 mesi di reclusione e 300 euro di multa, i carabinieri stessi si sono ritrovati impossibilitati nell’arrestare l’uomo che si è improvvisamente dileguato mentre stava scontando la misura cautelare degli arresti domiciliari a Marsala dandosi,  il 22 agosto 2010, alla latitanza. La caccia era continuata quando, in almeno altre due occasioni, era riuscito a sottrarsi all’arresto. Il 14 dicembre 2010, ad Altofonte, aveva fatto perdere le proprie tracce scappando per le vaste campagne della zona ed il 30 giugno scorso si era ripetuto un analogo episodio, quando era riuscito a dileguarsi prima di un controllo condotto dai Carabinieri nell’abitazione di un congiunto. Dopo una rocambolesca caccia all’uomo, le informazioni raccolte hanno consentito di identificare il suo rifugio a Balestrate, dove si muoveva sicuro di essere indisturbato e senza temere d’esser riconosciuto, per di più esibendo una carta d’identità intestata ad altro soggetto di cui aveva sostituito la foto con la propria, e del quale pure al controllo odierno aveva cercato di assumere l’identità. Infine, è stato arrestato a Balestrate e finalmente condotto all’Ucciardone.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSicilia: bando da 18 milioni di euro per sviluppo e ricerca.
Articolo successivoScala, altro incarico nell’Associazione Nazionale Comuni Italiani