Consiglio Comunale intenso: debito, tracollo finanziario e Ospedale

464

I ragazzi del Liceo Classico e del Liceo Scientifico, presenti alla riunione del Consiglio, hanno toccato con mano le tattiche politiche e il perché i Comuni rischiano il tracollo finanziario.  Il dibattito del Consiglio si è basato sulla proposta di avallare un debito fuori bilancio sul finanziamento di servizi sociali riguardanti minori (Es: gli Istituti di Assistenza e Beneficenza). Il Sindaco, come l’Assessore Pirrone e il Dott. Luppino, hanno spiegato bene la necessità di questo provvedimento, nato da una decisione del Tribunale dei Minori, che va a finanziare i servizi nei confronti dei più deboli e bisognosi; in più, il Sindaco ha sollevato il problema delle risorse dei Comuni, costretti a tagliare tutto, sancendo la fase critica delle finanze dei Comuni, che potrebbe portare al fallimento di alcuni di essi.

Nessuno dei consiglieri si è espresso contro il provvedimento di riconoscere il “finanziamento ai più deboli”, salvo sollevare dubbi sull’iter che ha portato a questo, cioé si sono soffermati (in particolare, Cammarata G., Cammarata S., Filippi, Canzoneri) sul fatto che questo debito fuori bilancio è databile 2009, quindi come mai nel 201o non è stato comunicato questo debito? A rispondere loro è stato il Sindaco e il Dott. Luppino (Pres. Uff. Revisione Contabile), dicendo che non c’è stata comunicazione tra gli uffici dei servizi sociali e gli uffici finanziari; questo ha scatenato l’ira di quei consiglieri che avevano sollevati dubbi, fino a spingere il Consigliere Cammarata ad apostrofare l’accaduto come “una presa per i fondelli” e a far affermare al Consigliere Canzoneri che il Sindaco è sì caritatevole, ma non verso i deboli in questo caso, ma verso i suoi dirigenti, visto che sta tentando di nascondere le loro colpe.

La votazione finale ha visto 12 favorevoli e 8 astenuti, quindi il provvedimento è stato approvato.

Infine, comunicazione importante del Sindaco: è stato congelato il provvedimento che sancirebbe la chiusura dell’Ospedale, ma di contro ha avuto risposto picche per il punto nascita ad Alcamo. Il Sindaco ha invitato tutti a partecipare ad una grande manifestazione contro la chiusura dell’Ospedale con relativo presidio, finché questo problema grave non sarà risolto.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa Sicilia non merita incentivi
Articolo successivoMons. Raspanti ad Alcamo
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.