La cultura al passo coi tempi, a Palermo i Musei disponibili su Iphone e Ipad

392

PALERMO- Per gli amanti di musei e archeologia è in arrivo un portale semplice, comodo e che mette insieme tutte le aperture regionali,  virtual tour dei siti, itinerari tematici, presentazione delle collezioni custodite ed esposte al pubblico e guide multimediali, ai quali si potrà accedere anche con IPhone, IPad e altri sistemi dotati di wireless o  fotocamera. Il nuovo Sistema Informativo Museale per il Censimento e la Catalogazione ha ottenuto a fine luglio tutte le approvazioni ed e’ entrato nella fase di realizzazione che si completerà entro la fine dell’anno.

“Nella versione “beta” – dice Franco Fidelio, dirigente del servizio informatizzazione dei Beni culturali – sara’ anche possibile acquistare i biglietti di ingresso del Museo archeologico di Aidone, dove e’ custodita la Dea di Morgantina, e della Villa romana del Casale, in coincidenza con la sua apertura definitiva. In seguito, il servizio sara’ esteso anche alle altre strutture museali regionali. Intanto e’ on line il sito internet ufficiale della Villa romana del Casale di Piazza Armerina, www.villaromanadelcasale.org, che sara’ pienamente operativo in occasione della riapertura dopo il restauro. Abbiamo scelto il suffisso .org per sottolineare il carattere istituzionale del sito e per differenziarlo da tutti gli altri siti atttualmente in rete, che sono prodotti, senza titolo, da privati”. La realizzazione del progetto ha comportato un lavoro di equipe tra le strutture amministrative dei dipartimenti regionali dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, del Bilancio e Tesoro, nonche’ della tesoreria regionale di Unicredit. “Le informazioni on line – spiega l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identita’ siciliana, Sebastiano Missineo – sul patrimonio culturale regionale saranno integrati in una piattaforma unica di consultazione e fruizione virtuale. Nel frattempo stiamo predisponendo la vendita a distanza dei biglietti per tutto il sistema museale dei beni culturali. Attraverso un accordo tra i dipartimenti Bilancio e Beni culturali e Unicredit saranno installati i Pos per il pagamento dei biglietti di ingresso con bancomat e carte di credito favorendo le modalita’ di accesso e la sicurezza del flusso economico”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncontro alla Prefettura di Trapani sui lavori all’ospedale Abele Ajello di Mazara del Vallo.
Articolo successivoAlcamo-Riviera Marmi, una finale