Alcamo inserita definitivamente tra i Comuni a vocazione turistica

461

PALERMO – L’Assessore al turismo, sport e spettacolo della Regione siciliana, Daniele Tranchida ha firmato il decreto integrativo di riconoscimento delle località a vocazione turistica. I contenuti sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa. Agli 89 comuni già riconosciuti con il decreto del 16 febbraio 2011 si vanno ad aggiungere ora altri 102 comuni. Le località inserite hanno dimostrato di possedere i requisiti per potere accedere al riconoscimento di comuni a vocazione turistica.

Tutti i 191 comuni che hanno avuto il riconoscimento potranno essere inseriti nelle linee di intervento del Po-Fesr. Alcamo rientrava tra i comuni che erano stati già riconosciuti nel D.A. n. 10 del 16 febbraio 2011.

Complessivamente i comuni del trapanese che hanno ottenuto tale riconoscimento sono: Trapani, Favignana (Isole Egadi), Pantelleria, Erice, Salemi, Monreale, S.Vito Lo Capo, Marsala, Mazara del Vallo, Castellammare del Golfo, Alcamo, Campobello di Mazara, Castelvetrano (Selinunte), Custonaci, Buseto Palizzolo, Calatafimi, Segesta, Mandanici e Gibellina.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Aulentissima”: la poesia che rinasce nelle scuole alcamesi
Articolo successivoI “Menù della Montagna” in provincia di Trapani
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.