A 18 anni dalla scomparsa di Pino Puglisi

480

PALERMO. Ricorre oggi il diciottesimo anniversario della morte di Padre Pino Puglisi, prete di Brancaccio, ucciso dalla mafia per la sua scomoda attività di prete di frontiera. Vicino ai giovani e ai bambini aveva cercato di rivalutare uno dei quartieri più difficili di Palermo per offrire, alle famiglie e soprattutto alle giovani generazioni, opportunità diverse da quelle delle criminalità organizzata. Oggi Palermo lo ricorderà con la proiezione, al Pagliarelli, del film “Alla luce del sole” di Faenza, e la messa in cattedrale alle 18:00 presieduta dall’ex cardinale Salvatore De Giorgi.

Fu proprio la sua attività parrocchiale il movente del delitto. Il 15 settembre 1993 veniva assassinato nei pressi della Chiesa pronunciando davanti ai suoi killer la frase: “me l’aspettavo!”. A Grigoli e Spatuzza, divenuti poi collaboratori di giustizia, sono stati confermati 16 anni di carcere. A Lo Nigro, Mangano e Giacalone, invece, è stato confermato l’ergastolo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBasket Alcamo: intervista Rossi-Twehues
Articolo successivoA Trapani una mostra Madì
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.