A scuola sostegno in crisi

413

PALERMO.  Domani in quasi tutta l’isola suonerà la campanella d’inizio anno scolastico, in quei pochi istituti dove la data è stata modificata lo si deve solo all’autonomia scolastica che lo permette. L’augurio di un sereno inizio è più che mai opportuno, perchè come ogni anno si  inizia nel caos, classi sovraffolate, alunni stranieri, insegnanti in esubero e insegnanti mancanti.Infatti succede anche questo: mancano  insegnanti di sostegno specializzati e si andrà ad iniziare senza carantire quel famoso diritto allo studio sancito dalla costituzione. L’assessore Centorrino ha detto che farà quanto in suo potere per sopperire ai disaggi in atto volendo anche evitare casi limite di denunce e interventi della magistratura già verificatesi in altre circostanze simili. Che dire buon inizio e ne riparleremo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePolitici di casa mia
Articolo successivoConsiglio comunale contro la finanziaria aperto alla cittadinanza