“Sdisonorata Società”

537

Preso dal percepire gli umori dei partecipanti mi sono soffermato su un uomo, che criticava tutto, affermava che Alcart non era altro che un’iniziativa velleitaria di alcuni giovani politicizzati e che il libro presentato in questo primo giorno di Alcart (Sdisonorata Società di Gianpiero Caldarella) non sembrava altro che un insieme di storielle, dedite solo a criticare qualunquisticamente i politici. Ebbene dopo che l’autore e il suo editore (Navarra) hanno finito di presentare il libro, quell’uomo che prima criticava, dalle ultima fila si esprimeva con molto positività, ha parlato di Alcart come di una iniziativa lodevole e indipendente, sul libro presentato gli encomi si sono sprecati. Daltronde come dargli torto, il suo autore e l’editore hanno fatto una presentazione in cui è risaltato la genuinità del libro e il grande livello di cultura, giornalismo e satira che tale libro contiene. No non è stata la solita presentazione di un libro per pochi, ma è stata il trionfo della satira e del giornalismo d’inchiesta che non si racchiude in tecnicismi, ma con un linguaggio del tutto normale e piacevole mette in evidenza magagne e lati di una certa cultura che scade nel ridicolo, ma porta spesso a iniziative e azioni pericolose e illegali.

Il libro è un insieme di racconti, una raccolta delle rubriche radiofoniche, che hanno reso famoso Il Pizzino radiofonico su Radio24, che è “compare” dell’omonimo  mensile satira nato a Palermo. In questo libro non c’è solo la denuncia che si limita alla Sicilia, ma mette in luce che la mafia e certa cultura non è solo di una parte della Sicilia, ma anche di altre parti dell’Italia, dall Sud al Nord.

Raccontare la bellezza di questo libro è impossibile in poche righe, leggetelo e non ne rimarrete delusi.

Doverosi sono i complimenti all’editore di questo libro, Ottavio Navarra, che presentando ad Alcart il suo Progetto Resistere e Cambiare, ha dato il buon esempio di una cultura che unisce nella diversità ed è la strada maestra per cambiare le cose. Siamo sicuri che nei restanti tre giorni di Alcart Navarra porterà a conoscenza del pubblico altri scrittori di alto livello, che non fanno parte degli acculturati che dicono sempre cose scontate, trite e ritrite.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Ministro Gelmini offende il Sud
Articolo successivo“Storia, tradizioni popolari e lingua ad Alcamo” ad Alcart
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.