Via le province ma non c’è spazio per i consorzi

414

Il governo regionale, nella persona del Presidente Lombardo, ha annunciato che le province verranno abolite e la volontà sarebbe quella di creare consorzi di comuni. Ma Giuseppe Castiglione, coordinatore regionale Pdl e Presidente dell’Unione Province Italiane non è d’accordo nè con l’abolizione nè con la creazione dei consorzi. L’abolizione delle province dovrebbe  essere volta a contenere i costi della politica, del resto avrebbero dovuto abolirle nel 1947, come diceva la lettera dello Statuto Speciale. Il commissario speciale dello Stato, figura di dubbia esistenza cancellata ormai da molte altre regioni, non fa nulla affinchè la norma dello statuto venga applicata, piuttosto pare vi si opponga.

Al di là del merito, costituisce una anomalia, la voce “informale”, riportata da Repubblica, di un dissenso del commissario dello Stato, dal quale ci si attende semmai interventi che richiamino la Regione e lo Stato al rispetto della Costituzione.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCalici di Stelle
Articolo successivoDieci milioni per la formazione
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.