Morto Cardella, amico di Rostagno

507

Era il fondatore della comunità Saman, lo storico centro per il recupero di tossicodipendenti dove era approdato anche il celebre sociologo Rostagno, morto poi in circostanze misteriose. Francesco Cardella, 71 anni, viveva a Managua (Nicaragua) dove si era rifiugiato a seguito delle accuse che lo volevano responsabile della morte di Rostagno. A stroncarlo è stato un infarto, ne da notizia la famiglia di origine che vive ancora a Trapani. A volere Rostagno nella comunità era stato proprio lui e per uno scherzo del destino quella amicizia gli è costata quest’esilio volontario, protrattosi anche dopo la conclusione delle indagini sul delitto risoltesi in suo favore. In Nicaragua, Cardella, si era costruito una nuova famiglia, lascia la compagna e 4 figli, il primo dei quali avuto da un precedente matrimonio.

Noto personaggio sin dagli anni ’60, quando cominciò l’attività di giornalista e lanciò le prime riviste porno che gli valsero un arresto per pubblicazione oscena. Qualche anno dopo si sarebbe convertito al credo “arancione” che lo avrebbe poi portato a costituire la comunità. Attivo anche politicamente era molto vicino all’area socialista, in particolare amico personale di Craxi.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBimba muore a Partinico
Articolo successivoSagra della salsiccia a Santa Ninfa
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.