Emergenza rifiuti nel Trapanese

497

Una ventina di automezzi dell’Ato Tp2 sono fermi, causa mancanza di carburante,  la società Belice ambiente (che si occupa dello smaltimento dei rifiuti) fa sapere che la situazione è destinata a peggiorare se i Comuni del trapanese non verseranno le quote di competenza. I Comuni soci della Belice ambiente, al termine della riunione, che si è tenuta  nei locali della società d’ambito, a Santa Ninfa, hanno deciso di versare un milione e mezzo di euro.   Già domani i mezzi bloccati dalla mancanza di carburante dovrebbero così tornare in servizio.

I Comuni si trovano davanti a difficoltà oggettive, legate agli atti di pignoramento verso terzi da parte di fornitori della Belice ambiente, alla mancanza di liquidità e al mancato introito della Tia non pagata da cittadinì. Il futuro vede tante ombre e tante certezze negative, cioè i Comuni, a cui sono state tolte tante risorse anche in questa finanziaria, non potranno dare servizi efficienti, e si sa cosa significa nel campo dell’immondizia (Napoli docet).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePresentato il programma estivo di Castelvetrano
Articolo successivoRacket sui permessi di soggiorno, accusato un Alcamese
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.