Arrestato il fratello di Riina

1429

Ieri è stata portata a termine l’operazione denominata “Apice” che, tra Corleone, Bagheria e Mazara del Vallo, ha permesso l’arresto di 4 esponenti della criminalità organizzata. Si tratta di un’attività svolta in circa tre anni e che ha portato alla menomazione sostanziale del mandamento di Corleone, storicamente tra i più forti e sanguinosi. L’arresto di Riina Gaetano, fratello del più noto Totò, e dei pronipoti, pone fine alla supremazia di un’intera famiglia che guidava ancora il racket delle estorsioni. Oltre al Riina sono stati tratti in arrresto Grizzaffi Giuseppe e Correnti Alessandro.

Dall’attività investigativa, permessa dalla collaborazione dei comandi delle due province, emerge l’influenza che Riina è riuscito a mantenere tanto a Corleone, città d’origine, quanto a Mazara del Vallo, dove risiedeva ormai da molti anni.

Una svolta alle indagini viene dagli elementi emersi in seguito all’omicidio di Romeo, titolare dell’impresa “Alizoo” attivà nel campo dell’allevamento e della macellazione del bestiame, avvenuto tra Corleone e San Cipirello l’11 gennaio 2010 , omicidio che si ricollega alle attività estortive della famiglia Riina nei confronti dell’impresa.

L’accusa per gli arrestati e di associazione mafiosa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAutobus Alcamo-Alcamo Marina: bando di gara
Articolo successivoCalatafimi- Segesta: parte il festival 2011
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.