Consiglio Provinciale: edilizia scolastica e viabilità al centro del dibattito

905
TRAPANI- Durante il Consiglio Provinciale, svoltosi lo scorso 27 Giugno, sono stati dibattuti argomenti fondamentali: l’edilizia scolastica e la viabilità. Il Presidente Poma ha inizialmente osservato un minuto di silenzio per ricordare, in occasione del 31° anniversario, le 81 persone che il 27 Giugno del 1980 persero la vita nel disastro aereo tra le isole di Ustica e Ponza. Ad avviare la discussione sulle condizioni dell’edilizia scolastica il Vice Presidente della Commissione P.I., Anna Maria Angileri (PD), la quale, nel ricordare la caduta di una parte di intonaco del Liceo Classico di Trapani, ha sottolienato che all’Amministrazione Provinciale manca la progettualità. Anna Maria Angileri ha, infine, chiesto la convocazione di una seduta straordinaria ed aperta del Consiglio Provinciale per cercare di affrontare e risolvere i problemi dell’edilizia scolastica. Su questa tematica sono intervenuti: Francesco Cucchiara, esponente del PD e Piero Russo, capogruppo del PDL. L’assessore alla P.I., Paolo Ruggieri, ha sostenuto che l’episodio verificatosi al Liceo Classico di Trapani è stato imprevedibile e di minima portata. Ha inoltre affermato che non si può parlare di mancata progettualità, ma di carenza di fondi. L’Assessore Ruggieri ha anch’egli espresso la necessità di un Consiglio straordinario sull’argomento. I problemi e le carenze della viabilità provinciale sono stati messi in evidenza da capogruppo di Alleanza per la Sicilia, Matteo Angileri, il quale ha sostenuto che le strade principali devono essere messe in sicurezza. Un accenno molto critico sullo stato di abbandono in cui versano le strade provinciali è stato posto anche dal Consigliere Francesco Cucchiara. L’Assessore alla Manutenzione Ordinaria, Gaspare Canzoneri, ha ammesso che i problemi sarebbero dovuti alla limitatezza delle risorse disponibili all’interno del bilancio.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSereno Variabile a Castellammare
Articolo successivoFirmata Intesa tra la Regione e la Chiesa siciliana per la tutela dei beni ecclesiastici