Festa dell’Arma a Trapani

584

TRAPANI. Il comandante Provinciale dell’Arma dei carabinieri per la Provincia di Trapani, Col. G. Pietro Barbano ha commemorato la ricorrenza dei 197 anni di fondazione della Benemerita. Si è rivolto ai presenti, ai militari in servizio e in congedo, ha ringraziato in particolare le autorità presenti e sottolineato che la ricorrenza assume un particolare valore in questo momento di grande sforzo per la provincia di Trapani e per le forze dell’ordine che si trovano a fronteggiare una crisi umanitaria non da poco essendo base militare di importanza strategica, ha ringraziato quanti si sono prodigati per la relizzazione di questa commemorazione partecipando a vario titolo. Tra gli altri il Luglio musicale, il Consevatorio Scontrino, il 37° stormo, la Croce Rossa, il 6° Reggimento Bersaglieri, la squadriglia TLC dell’Aereonautica Militare. Per l’Arma, in particolare dopo i fatti afgani dove ha perso la vita il Tenente Colonnello C. Congiu, sono giorni di lutto. Nel suo discorso il Col. Barbano ha voluto ricordare il passato dell’Arma che da sempre si contradistingue nel suo operato al servizio del prossimo. Non un’autocelebrazione ma il giusto ricordo e la gratitudine per quanti spendono la loro vita per dar modo agli altri di vivere serenamente. Controllo del territorio, vigilanza pubblica, arresti importanti, lotta alla malavita e allo spaccio per il nostro territorio e importanti successi anche in ambito europeo come la presenza dell’arma in Kossovo o in altri paesi extraeuropei. Importante la citazione delle altre forze di Polizia che, in sinergia con l’Arma hanno collaborato per la buona riuscita di diverse azioni di investigazione. E’ stato ricordato il contributo logistico dato dalla Provincia di Trapani con la realizzazione di alloggi per militari (C/mare) o di  nuove Caserme (Vita) e in questo periodo di forte crisi è stato un traguardo importante.

Naturalmente sono state attribuite benemerenze a tanti militari di diverso grado contraddistintisi nel territorio per le loro azioni di coraggio e di capacità investigativa, nel corso dell’anno appena trascorso.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Vescovo presenta il successore di Treppiedi
Articolo successivoBagno pubblico di Piazza Ciullo: lavori di manutenzione o abbandono?