Referendum, le ragioni del Si e del NO

430

Referendum sull’acqua pubblica: sono due, uno riguardante la privatizzazione dei servizi pubblici, e un’altro riguardante le tariffe.

Ragioni del Si: votare Si per la cancellazione di tale iniziativa legislativa, perché la privatizzazione dell’acqua comporterebbe un piegare gli interessi generali agli interessi privati ed a veder aumentare la bolletta dell’acqua, visto che tutto è legato al mercato e non più all’interesse pubblico.

Ragioni del No: l’introduzione del privato permetterebbe una gestione tecnica efficiente e migliore rispetto al pubblico, che lega i propri investimenti alle solo risorse pubbliche, e per quanto riguarda le tariffe, visto l’immissione di capitale privato e legato al mercato, ci potrebbe essere una diminuzione sostanziale delle tariffe.

Referendum sul Nucleare: costruzione di centrali nucleari in Italia

Ragioni del No: la maggior parte dei Paesi del mondo si nutrono di energia nucleare per dare ai propri cittadini una sicurezza di produzione energetica e i costi nucleare fanno sì che le bollette siano meno care. La sicurezza? esistono centrali di nuova generazione che sono sicurissime.

Ragioni del Si: il rischio di catastrofi come Chernobyl e Fukushima sono troppo elevate, quindi ammettendo che si risparmi con il nucleare, per risparmiare rischiamo la vita? Esistono tante alternative al nucleare, energie alternative, quindi è inutile e pericoloso fare centrali nucleari. Perché seguire glia altri in una cattiva strada? meglio creare una nuova e più sicura strada da seguire, che sia di stimolo anche per gli altri Paesi.

Referendum sul legittimo impedimento: la legge vuole che il Premier abbia la possibilità di non comparire in udienza perché impossibilitato dall’impegno che deriva dalla carica ricoperta.

Ragioni del NO: è giusto che chi governa non possa essere chiamato in udienza secondo i tempi della giustizia, ma secondo i tempi che sono dell’incarico che ricopre.

Ragioni del Si: non è giusto che chi ha potere non possa essere processato secondo le leggi che sono uguali per tutti, in questo caso non lo sarebbero, sembra solo un modo per chi ha potere di erigersi al di sopra della legge. Tutto ciò inoltre ingolferebbe i processi che in Italia già sono lenti.

Caratteristica del Referendum: i quesiti sono basati sulla domanda, si vuole cancellare la legge che è oggetto del referendum? Es: Quesito sulll’acqua: si vuole cancellare la legge che permetterebbe la privatizzazione dell’acqua? Quindi di conseguenza votando Si, si cancella la legge, votando No si vuole la privatizzazione dell’acqua.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteArrestato componente di una baby gang ad Alcamo
Articolo successivoLenzuola bianche ad Alcamo per votare SI al referendum – (foto)
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.