Grave colpo alla mafia di Cammarata e Casteltermini

3915

I militari della Compagnia Carabinieri di Cammarata hanno tratto in arresto quattro esponenti di spicco della mafia locale, dando un grave colpo alle famiglie più importanti della zona: Longo Angelo, 47enne, e Gentile Mariano, 58enne, di Cammarata, Scozzaro Giovanni Calogero, 53enne, e Scavetto Vincenzo Giovanni, 71enne, entrambi di Casteltermini, quest’ultimo sottoposto agli arresti domiciliari. Per tutti l’accusa è quella di avere avuto rapporti più o meno vicini a Cosa Nostra.
Longo Angelo, ha assunto il ruolo direttivo della famiglia di Cammarata dopo la morte del padre. Gentile Mariano, appartenente alla famiglia mafiosa di Castronovo di Sicilia, ha fatto da tramite con la famiglia mafiosa di Cammarata. Scozzaro Giovanni Calogero e Scavetto Vincenzo Giovanni, hanno fatto parte della famiglia mafiosa di Casteltermini. Longo Angelo ha sulle sue spalle anche un altro pesante capo d’imputazione: ha concorso, con Brusca, Bagarella, Monticciolo e altri esponenti di rilievo, al sequestro del piccolo Giuseppe Di Matteo nel 1993. I detenuti si trovano attualmente presso il carcere Pagliarelli di Palermo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteStamattina saranno sorteggiati gli scrutatori del referendum
Articolo successivoUn appello per salvare il Festival Blues di Alcamo
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.