Alcamo si apre al turismo crocieristico

710

ALCAMO – Nei giorni scorsi si è tenuto un importante incontro che ha coinvolto il comune  di Alcamo e la Provincia per trattare delle attività future in ambito turistico e soprattutto dell’inserimento di Alcamo nei circuiti turistici delle crociere di viaggio del Mediterraneo. Nello specifico questo significa inserire il nome della città nelle brochure distribuite sulle navi da crociera. Tale operazione permetterà quindi di catturare il turista crocierista, finora lontano da queste mete, solitamente attratto dalle tappe tipiche come Segesta, Selinunte, Erice etc. Si cercherà quindi di mettere in mostra anche delle realtà dall’infinito potenziale ma ancora poco valorizzate e conosciute come Alcamo, Castellammare con un rilancio dell’area portuale, le saline di Trapani, la Riserva Naturale dello Zingaro per un rilancio turistico del territorio comprendente arte, natura, gastronomia, etc.

La Provincia attuerà una serie di provvedimenti che consentiranno a queste aree di beneficiare del turismo crocieristico, mettendo a disposizione bus navetta, assicurando l’apertura dei negozi, dei musei e siti artistici nonché delle aree archeologiche di propria competenza; mentre il Comune di Alcamo farà la propria parte abbellendo la Città in maniera adeguata per offrire un’immagine del decoro urbano accogliente ma soprattutto assicurando l’apertura dei siti ad hoc, quali Castello dei Conti di Modica, Chiesa Madre ed annesso Museo, Biblioteche, chiese e quant’altro offrire al turista non più mordi e fuggi come finora ma scelto perché già a conoscenza delle bellezze e bontà gastronomiche fin sulla nave, leggendo la brochure offerta dal direttore di bordo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMafia non solo sud
Articolo successivoAltri 800 sbarcano a Lampedusa ma la stagione turistica non è compromessa
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.